Come previsto dal bando per i corsi ITS 2016-18, la Fondazione ha deliberato la riapertura delle selezioni per assegnare gli ultimi posti disponibili relativi ai seguenti corsi ITS:

 

-Tecnico superiore per l'automazione ed i sistemi meccatronici industriali (sede di Bergamo)

-Tecnico superiore per l'automazione ed i sistemi meccatronici autoferrotranviari (sede di Sesto S.G.)

 

L’iscrizione alle selezioni è gratuita; l'unico requisito obbligatorio per partecipare alla selezione è il possesso di un diploma di scuola superiore quinquennale. 

Per poter compilare il modulo online di iscrizione (disponibile anche nella sezione “Iscrizioni” del nostro sito) è necessario disporre dei seguenti documenti in formato elettronico:

- documento d’identità

- curriculum vitae

- fototessera

- diploma di scuola media superiore o di certificazione sostitutiva, recante la valutazione conseguita al termine dell’Esame di Stato

- eventuali attestati (es. ECDL, certificazioni linguistiche e tecniche ecc.).

 

Le selezioni, che si svolgeranno nei giorni 3 e 4 novembre 2016, prevedono un test scritto e un colloquio motivazionale

Il test attitudinale (a cui ci si può preparare con i libri di testo delle superiori) ha lo scopo di verificare il livello delle competenze di base possedute dai candidati nei campi considerati propedeutici al percorso formativo: 

- competenze matematiche: saper risolvere problemi applicando le regole della trigonometria, essere in grado di rappresentare graficamente una funzione, calcolare derivate di funzioni, calcolare l'integrale di funzioni elementari; 
- competenze logico-informatiche: essere in grado di eseguire operazioni in differenti sistemi di numerazione, operare con variabili e funzioni logiche, saper utilizzare la rappresentazione grafica mediante flow-chart; 
- competenze di lingua inglese (livello A2 del QCER): essere in grado di comunicare a un livello elementare nei vari contesti della vita quotidiana (se stessi, la casa, il cibo, lo sport, la famiglia, i viaggi, il lavoro ecc. ); 
- competenze grafico-tecnologiche: saper utilizzare i diversi metodi di rappresentazione grafica di un oggetto, essere in grado di applicare le norme del disegno tecnico riguardanti le tolleranze dimensionali, le rugosità e le filettature.

 

Prima di procedere con la compilazione del modulo online suggeriamo la consultazione del presente bando per ulteriori informazioni. 

N.B.  la riapertura delle iscrizioni alle selezioni è relativa unicamente ai due corsi sopra indicati che non hanno raggiunto il numero massimo di 25 allievi. 

 

Quest'anno abbiamo l'ambizione di voler incrementare la nostra offerta formativa, presentando tra i percorsi di prossima approvazione nella nostra Regione, oltre ai due già consolidati (la cui nuova denominazione diventerà corso ITS in Tecnico superiore per l'automazione ed i sistemi meccatronici industriali), un ulteriore progetto per la realizzazione del corso ITS in Tecnico superiore per l'automazione ed i sistemi meccatronici autoferrotranviari, presso la sede corsuale di Sesto San Giovanni.

 

La figura in uscita da questo percorso opera nel sistema di produzione e manutenzione dei veicoli su rotaia e su gomma.

Nei contesti produttivi, cura la pianificazione delle diverse fasi di lavoro e organizza risorse umane e materiali, assumendo i provvedimenti più opportuni per la migliore integrazione di dispositivi automatici nei sistemi di trasporto su terra.

In ambito manutentivo, controlla e valuta l’andamento dei dati sullo stato di funzionamento dei veicoli, verifica l’efficacia degli interventi adottando le necessarie misure correttive.

Inoltre possiede una chiara conoscenza della normativa di settore e si accerta che essa venga applicata, sia rispetto alla conformità e alla sicurezza, sia rispetto ai sistemi qualità di processo/prodotto.

 

Si tratta di un percorso innovativo perché:

- mira alla formazione di una figura professionale molto particolare, in grado di applicare le competenze tipiche del "meccatronico" in settori che si occupano della costruzione o della manutenzione di treni, metropolitane, tram, autobus e veicoli speciali, fortemente rivoluzionati negli ultimi anni grazie all'impiego di sistemi automatici complessi;

- prevede la realizzazione del secondo anno di corso in Apprendistato di alta formazione, grazie al quale gli allievi che non hanno ancora compiuto 30 anni verranno assunti in un'azienda del settore, presso la quale trascorreranno gran parte del percorso formativo.

Nel pomeriggio di venerdì 16 ottobre gli studenti dei corsi ITS di Sesto San Giovanni e di Bergamo hanno partecipato all’evento organizzato da SAN PELLEGRINO e INNOWATIO presso “Kilometro Rosso” nell’ambito dell’iniziativa “Technologies For Food Industry – Expo 2015”, promossa da Confindustria Bergamo.

Il parco scientifico tecnologico d’avanguardia è stato una cornice d’eccezione per un incontro che ha permesso agli studenti di vedere in prima persona le potenzialità e il contributo dell’alta tecnologia anche in un ambito “quotidiano”, come quello dell’acqua minerale, dove le soluzioni tecnologiche innovative possono fare la differenza per una grande impresa multinazionale. Gli interventi hanno svelato il “dietro le quinte” di ricerche su nuovi materiali e tecnologie di packaging, cicli di produzione, distribuzione e smaltimento delle bottiglie, concludendo con le prospettive ancora aperte di ulteriore crescita e innovazione.

http://www.kilometrorosso.com/index.php?option=com_content&view=article&id=906%3Atechnologies-for-food-industries-expo-2015&catid=37%3Arotator&Itemid=238&lang=it

Il percorso formativo dei nostri Corsi ITS prevede oltre 600 ore di tirocinio presso aziende del territorio che operano nell’ambito della meccatronica.

Si tratta di un’importante occasione di crescita e di apprendimento che garantisce ad ogni allievo un valore aggiunto rispetto alla formazione d’aula, grazie allo stretto contatto con gli operatori delle più importanti Imprese del settore.

Da questo punto di vista lo stage viene concepito come un ponte tra la scuola e il mondo del lavoro, permettendo allo studente di misurarsi e di sviluppare competenze tecniche e professionalizzanti, abilità specifiche e, non da ultime, capacità relazionali utili e funzionali ad un efficace inserimento in ogni realtà produttiva.

L’iter previsto per ciascuno stage, dalla sua fase di avvio a quella della realizzazione, tende a valorizzare le risorse personali degli studenti, attraverso colloqui individuali di orientamento: a partire dalla scelta della sede, alla definizione del progetto formativo, al monitoraggio in itinere presso le Aziende coinvolte. 

Il riscontro fornito dai Tutor aziendali, che affiancano gli allievi nelle attività, permette infatti di dare risalto alle peculiarità di ogni studente e di sviluppare le aree di miglioramento in un’ottica di crescita globale.

Elemento qualificante, inoltre, è la reale possibilità di inserimento nel contesto lavorativo al termine del percorso di studi.

In questo anno formativo sono state coinvolte nei tirocini più di 70 imprese per le due sedi di Sesto San Giovanni e di Bergamo.

May 16, 2016 00:00

Open Day 2016

Sabato 30 aprile (a Bergamo) e sabato 14 maggio (a Sesto San Giovanni) ITS Lombardia Meccatronica ha presentato la propria mission e le attività programmate per il Biennio Formativo 2016/2018. Ogni anno sempre più giovani diplomati e diplomandi si presentano agli open day per conoscere meglio il sistema ITS e il mondo della meccatronica.

Dopo un’iniziale presentazione in plenaria, arricchita da testimonianze di allievi prossimi all’esame finale impegnati nello stage del secondo anno (cfr. video sottostanti), i partecipanti hanno potuto visitare gli ambienti e confrontarsi personalmente con i membri dello staff dell’ITS per informazioni specifiche sull’organizzazione dei corsi (iscrizioni, test d’ingresso, costi, moduli formativi, stage, facilitazioni…). Infine, a disposizione degli interessati, erano presenti gli stand di una rappresentanza delle aziende partner per illustrare i possibili sbocchi professionali nel mondo del lavoro.

 

Per ogni richiesta di informazione o di chiarimento si può fare riferimento ai seguenti recapiti:

T: 02.26292.1 (centralino, sede di Sesto S. G)

T: 035.224168 (centralino, sede di Bergamo)

M: info@itslombardiameccatronica.it

W: www.itslombardiameccatronica.it

 

Assolombarda Confindustria Milano Monza e Brianza ha recentemente realizzato una serie di video per spiegare agli studenti delle scuole superiori, agli insegnanti e alle famiglie cosa sono e come funzionano gli Istituti Tecnici Superiori. L'obiettivo è quello di rispondere agli interrogativi principali di chi ancora non conosce i nuovi corsi di specializzazione post-diploma da poco attivi anche nel panorama formativo italiano. 
Diverse riprese e alcune interviste sono state girate presso la sede di ITS Lombardia Meccatronica, dando voce a studenti e a membri dello staff per far meglio comprendere gli aspetti caratterizzanti di questi corsi.

 

L’Associazione TreeLLLe – per una società dell’apprendimento permanente (Life Long Learning) – opera perseguendo l’obiettivo di migliorare la qualità dell’education. Fondazione Rocca – senza scopo di lucro – è nata nel 2001 con il fine di promuovere e supportare iniziative di solidarietà sociale, rivolgendo particolare attenzione all’ambito educativo ed assistenziale, sanitario, sociale e culturale.

La collaborazione tra queste due realtà ha dato vita alla collana “I numeri da cambiare”, che si pone l’ambizioso obiettivo di analizzare il sistema formativo italiano per offrire una visione completa che evidenzi punti di forza e di debolezza, anche mediante il confronto con i modelli adottati da altri Paesi.

Innovare l'istruzione tecnica secondaria e terziaria - per un sistema che connetta scuola, università e impresa” è il terzo volume della collana, che mira a focalizzare il panorama nazionale dell’istruzione tecnica secondaria e terziaria.

In particolare, per quanto riguarda l’istruzione tecnica superiore breve, ovvero gli ITS, a pagina 93 l'ITS Lombardia Meccatronica è presentato, a cura di INDIRE (Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa), come una delle pratiche di eccellenza del panorama nazionale. È possibile visionare le pagine dedicate cliccando sul link sottostante. 

 

Vai alla pubblicazione

 

 

Lunedì 25 gennaio 2016 ITS Lombardia Meccatronica ha ricevuto la visita del Sottosegretario di Stato del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Gabriele Toccafondi, che ha voluto incontrare allievi, docenti, rappresentanti aziendali e membri dello staff. Prima di visitare gli ambienti della Fondazione ITS e dialogare a lungo con gli studenti ha rivolto un breve discorso di saluto in aula magna sottolineando alcuni aspetti del suo impegno istituzionale legato agli Istituti Tecnici Superiori:
“Fino al 2010 il terziario professionalizzante in Italia non esisteva, con i primi corsi (2011-2013) possiamo dire che questo Paese, faticosamente, dopo 50 anni di dibattito ideologico finalmente ha visto la luce del terziario post diploma professionalizzante. In Germania conta 900.000 addetti l’anno, in Francia 180.000, in Spagna quasi 100.000, da noi 5.000. Forse sta tutta qui la mia volontà di conoscere gli ITS, di parlare con voi, con i ragazzi, con le imprese, di dare dei segnali chiari e forti a tutti che io anche oggi voglio ripetere: noi crediamo nel terziario professionalizzante, crediamo nel rapporto tra scuola e mondo del lavoro e crediamo negli ITS. Vogliamo partire nella direzione giusta: […] abbiamo 60.000 aziende che cercano lavoratori specializzati che non riescono a trovare, e abbiamo quasi il 40% di disoccupazione giovanile, quindi è doveroso per uno Stato, per un Ministero dare delle risposte.  
[…] Per noi è fondamentale la presenza delle aziende, nessun ITS può nascere da un’idea astratta: deve assolutamente nascere con l’idea di cosa realmente serve al mondo del lavoro.  Per questo serve un dialogo reale, effettivo, tra scuola, agenzie formative, università e imprese. […] Per fare questo continueremo a dare più autonomia alle fondazioni, aumenteremo le risorse […], e aumenteremo però anche le responsabilità, quindi il 30% delle risorse nazionali verrà dato su base premiale. In particolar modo si valuterà quanti ragazzi non hanno abbandonato il percorso, quanti si diplomano, e soprattutto quanti ragazzi trovano un lavoro coerente col titolo di studio. Capite che è rivoluzionario il tutto: partire dall’esigenza reale, quindi l’impresa, il tessuto produttivo di un territorio, dare massima autonomia alla fondazione, responsabilizzarla e vincolare una buona parte dei finanziamenti ai risultati è decisamente rivoluzionario. […] Negli ultimi quattro anni, gli ITS ci hanno dimostrato che quando scuola e mondo del lavoro dialogano, i risultati si vedono. I diplomati usciti dai primi corsi per il 76,6% hanno trovato lavoro stabile, moltissimi a tempo indeterminato, segno che quando questo dialogo c’è ad averne un vantaggio sono i ragazzi. E, lo aggiungo sempre, anche il tessuto produttivo italiano. Insomma, la grande partita è questa: far dialogare i ragazzi con il mondo del lavoro, ed è scuola a tutti gli effetti. Gli ITS ci stanno dimostrando che questo dialogo c’è, dev’essere ripreso da questo governo, che ci crede, e dev’essere rafforzato e portato anche nel mondo della scuola”.

Passando poi per gli ambienti dell’Opera Salesiana di Sesto San Giovanni, dove si trova la sede principale della Fondazione ITS, Toccafondi ha incontrato i gruppi di allievi frequentanti i quattro corsi in Tecnico superiore per l’automazione ed i sistemi meccatronici, realizzati anche nella sede distaccata di Bergamo. In particolare, il Sottosegretario si è soffermato a lungo con gli studenti, dialogando con loro per capire cosa li ha spinti a scegliere questo percorso e se l'ITS sta rispondendo alle loro aspettative. I giovani hanno dimostrato di apprezzare il taglio applicativo con cui vengono affrontati i moduli formativi, la significativa percentuale di docenze aziendali, la qualità dei tirocini nelle imprese e le ottime opportunità di lavoro che questo percorso offre, anche grazie all’ampio numero di imprese del partenariato.

 

Gli ITS meccatronici italiani sono pronti per formare le competenze richieste dalla nuova industria? È per rispondere a questo interrogativo che sabato 21 gennaio la sede della fondazione MAST (Manifattura di Arti, Sperimentazione e Tecnologia) di Bologna ospiterà il primo convegno della rete nazionale degli ITS di area meccatronica. Rappresentanti istituzionali ed esperti di innovazione aziendale interverranno per presentare il loro punti di vista sui percorsi formativi attualmente realizzati e sull’evoluzione futura richiesta ai profili e alle competenze che gli Istituti Tecnici Superiori si impegnano a formare. Al termine degli interventi chiuderà i lavori il sottosegretario del MIUR Gabriele Toccafondi.

Vedi il programma